CHÖGYAM TRUNGPA RINPOCHE

rebecca Chögyam Trungpa Rinpoche (1939-1987) è nato in Tibet e fu educato in una delle principali scuole del buddhismo tibetano, la tradizione Kagyü, rinomata per il forte accento posto sulla pratica della meditazione. Egli fu anche educato secondo la tradizione Nyigma, la più antica delle quattro scuole e prese parte al movimento ri-me ("non-settario"), un movimento ecumenico all’interno del buddhismo tibetano per unire e rendere disponibili a tutti gli importanti insegnamenti delle diverse scuole senza rivalità di setta. Durante la sua vita cercò di portare gli insegnamenti che aveva ricevuto al più largo pubblico possibile.


margherite-rosa All’età di 20 anni, nel 1959, dovette lasciare il paese per sfuggire agli invasori cinesi. Insieme con un piccolo gruppo di monaci fece il difficile viaggio attraverso l’Himalaya verso l’India a cavallo e a piedi.
In India, Dal 1959 al 1963, per incarico di Sua Santità il Dalai Lama, Chögyam Trungpa fu consulente spirituale per la scuola per giovani lama a Dalhouise, India.
Nel 1963 Chögyam Trungpa si recò in Inghilterra all’università di Oxford con una borsa di studio per studiare religioni comparate, filosofia, arte.
Nel 1967 si recò in Scozia dove fondò il centro di meditazione di Samye Ling, il primo in occidente di pratica di buddhismo tibetano. Poco dopo, una serie d’esperienze, tra cui un incidente automobilistico che lo lasciò parzialmente paralizzato alla parte sinistra, lo indussero a lasciare i voti monastici e a lavorare come insegnante laico.
L’anno successivo rappresentò un nuovo punto di svolta nella vita di Trungpa: si sposò e si diresse negli Stati Uniti d’America, dove fondò il suo primo centro di meditazione, la Coda della Tigre (ora conosciuto come Karmė-Chöling) a Barnet nel Vermont.
In quel periodo egli divenne famoso per la sua abilità speciale nel presentare l’essenza dei più elevati insegnamenti buddhisti in un forma immediatamente comprensibile agli studenti occidentali.
In particolare si deve a Trungpa l’intuizione di privilegiare l’approccio esperienziale nella pratica della meditazione per portarla al mondo occidentale.

Trungpa è autore di numerose opere attraverso le quali ha fatto conoscere all’Occidente il buddismo Tibetano, ma ha anche presentato il cammino della meditazione in termini secolari, al di là della tradizione buddista.
A Trungpa si deve anche la progettazione di un cuscino da meditazione, il Gomden, appositamente pensato per la morfologia degli occidentali.